Pro Civitate Christiana
Pro Civitate Museum - Osservatorio Cristiano alla Cittadella di Assisi
Torna alla Home
Archivio News
Archivio Visite Virtuali
Cataloghi
Biblioteca
Cinquecentine
Acquista on-line
Crediti
Cerca nel sito

News

Il sacrificio di Cristo -mostra


La GALLERIA D'ARTE CONTEMPORANEA
della PRO CIVITATE CHRISTIANA partecipa all'iniziativa
della RETE MUSEALE ECCLESIASTICA UMBRA
con la mostra

UN PERCORSO TRA ARTISTI DEL NOVECENTO
sulle principali tematiche riferite all'Eucaristia

17 settembre 2011 - 31 gennaio 2012

feriali 10.30 - 12.30/16.30-18.30
festivi: prenotazione tel.075 813231

F. FERRAZZI, Ultima Cena, olio 1955

Tra le opere del Novecento - tutte a soggetto cristologico - esposte nella Galleria d'Arte Contemporanea della Pro Civitate Christiana, nei vari spazi della Cittadella e nella Chiesina, numerose sono quelle che riguardano il sacrificio di Gesù Cristo e le principali tematiche riferite all'Eucaristia.

La selezione operata per un percorso guidato riguarda principalmente pitture e sculture di soggetto eucaristico, intendendo stabilire un collegamento ideale con l'avvenimento del Congresso Eucaristico di Ancona voluto da Sua Santità Benedetto XVI.

Il percorso si snoda a partire dalla grande tela dell' "Ultima Cena" di Ferruccio FERRAZZI, ove dominano la drammatica scena della tentazione e del tradimento di Giuda in contrapposizione con il grande dono del pane/corpo offerto da Gesù; prosegue con la tavola di Nik SPATARI ove la composizione dei discepoli appare come un pane insanguinato intorno al sacrificio dell'Agnello; brilla di ori il mosaico "Eucaristia" di William CONGDON, mentre poco più avanti è la tavola dei "Discepoli di Emmaus" di Franco GENTILINI, attonitamente protesi verso il Risorto riconosciuto e scomparso al loro sguardo.
La visione si allarga sul dolcissimo bronzo del "San Tarcisio", primo martire dell'Eucaristia, magistralmente realizzato da Enrico MANFRINI e premio acquisto della Pro Civitate Christiana al primo Congresso Eucaristico di Assisi del 1951.
Un chiaro riferimento al rinnovamento liturgico del Concilio Vaticano 2° rappresenta il bassorilievo bronzeo di Benedetto PIETROGRANDE "La Nuova Messa": sull'altare, spogliato dagli orpelli dell'inutile, è riportato al centro l'essenziale del Sacrificio di Gesù, la croce, il pane, il vino.

Il percorso tematico si arricchisce con altre opere sul medesimo contenuto cogliendone altri aspetti:
il "Crocifisso" nel suo grande abbraccio per l'umanità di Venanzo CROCETTI e la drammatica "Crocifissione" di Fausto PIRANDELLO ove, "annoverato fra i malfattori", Gesù mostra la propria solidarietà con tutti gli uomini; la "Cena di Emmaus" di Alfredo BIAGINI, l' "Ultima Cena" ed "Emmaus" di Giuseppe PIRRONE, e ancora, degli autori già nominati, l'antica processione del Corpus Domini in "Teoria" di B.PIETROGRANDE, "Gesù sul lago Tiberiade" di F.FERRAZZI - ove ricompare il segno inconfondibile del pane -, il "Crocifisso n.2" di W.CONGDON, ostia che si consuma totalmente nel suo dono e l' "Ego Sum" dello stesso autore, presenza che rassicura il periglioso navigare degli uomini.

Le opere esposte esprimono il "Mistero colto nella pienezza di fede della Chiesa" e come "l'arte contemporanea a tematica eucaristica...sia al tempo medesimo attestazione del credere e comunicazione al popolo di Dio... Fecondo, quindi, è il rapporto tra la fede nell'Eucaristia e quanto gli artisti hanno realizzato nel suo nome, nella conferma delle parole di Jacques Maritain, secondo cui 'L'arte per Dio suppone Dio nell'anima' e nella convinzione...che la bellezza è una prova dell'esistenza di Dio" (Toti Carpentieri, Quarta Triennale d'arte sacra contemporanea, Lecce 2006).
 
 
E-mail